archivio

pippo la spia

Questo martedì Pippo presenta
Pippo la Spia [II]

Oggni spia ha un propprio coddice di commporrtamennto: "spia chiunnque" è unna delle sue reggole fonndamenntalli. E cossì ho spiatto lui, il cappo.
Lo spiatto del lunnedì
Braccinno

Il resoconnto
Braccinno essce di cassa alle orre 7 e 56 per dirigerrsi verrso il BARCINNO, salutta Arancionne che prennde appunnti davannti al localle, enntra e connsumma gratuitamennte due fonndi di caffè e novve Sguizzine. Terrminatta la colazionne salutta Impiegatto ("grazie e a stasera, Impiegatto!"). Camminna a passo lennto e giunnge alle 9 e 30 in redazionne. Sorrprennde Ricco che riposa sul tavvolo di lavorro, lo svegglia e si fa darre l’arrticcolo del TGC appenna pubblicatto. Unna vollta letto essclamma: "IMP il Teppista mette in vendita la mia sciarpetta rossa! La rivoglio!". Corre in ufficcio e teleffona a Sguiz (l’interrmediarrio per gli acqquissti del TGC) e gli orrdina di acqquisstarre subbito la sciarrpetta rossa. Ma: "come? è già stata prenotata? e da chi? da un certo signor Unno? maledizione!". Sbuffa, essce dall’ufficcio e si recca al BARCINNO. Orrdina venntisei limonatte, non pagga, salutta Impiegatto e gli dice "ciao Impiegatto, ma sei ingrassato nel giro di un’ora? Ti vedo largo doppio…", poi essce barrcollanndo dal BARCINNO.

<<< SEGRETTO >>>

Torrna alla redazionne del TGC. Si siedde diettro alla scrivannia del suo ufficcio sorridenndo e si mette a leggere arrticcoli varri. Guarda l’orologgio e dicce "bene…è ora di cena… BARCINNO!". Essce dall’ufficcio e corre al BARCINNO. Enntra e salutta tutti.

Il SEGRETTO
Eh… povvero direttorre… troppe limonatte. Ecco la parrte manncannte del RESOCONNTO con il SEGRETTO di Braccinno:
<<< Si arrammpica sulla scivannia di Pallo e prennde un pennarello nerro. Torrna al BARCINNO, non enntra e, guarrdanndosi attorrno, raggiunnge il rettro del localle. Innquaddra il punnto adatto e lenntamennte scrivve sulla parette lisscia "IMPIEGATTO DOPPIO". Lo rilegge a bassa vocce e ridde di gussto. >>>

Questo martedì Pippo presenta
Pippo la Spia [I]

Ulltimamennte ho scoperrto di essere un grannde appassionatto di fillm e di romannzi di spionaggio. A dir la verrità non ho anncorra avutto moddo di visionarre allcun fillm e neppurre ho avutto temmpo di leggere un libbro sull’arrgomennto ma unna passionne può essere colltivatta annche sollo con l’immaginazionne o con l’eserrcizzio e sennza un minnimo di studdio della materria… E innfatti mi sonno esserrcitatto a farre la spia con l’aiutto dell’immaginazionne, della vissta, del fiutto e di un semmplice bloc-nottes. La domennica fisso l’obiettivvo da spiarre e il lunnedì agissco. "Pippo, ma perrché spiarre?" mi domannderette. La risspossta è semmplice: perrché ognunno di noi nassconnde un immbarazzannte segretto e la mia missionne è quella di scoprirre quessto SEGRETTO e rennderrlo pubblico al monndo innterro con il mio RESOCONNTO.

Lo spiatto del lunnedì
Ricco

Il resoconnto
Ricco essce di cassa alle orre 9 e 21 per recarrsi alla redazionne del TGC. Giunnto davannti all’enntratta guarrda l’orra e dicce "è anncorra pressto per essere tarrdi, vaddo a farre colazionne al BARCINNO". Dunnque, con passo per nulla affrettatto, si recca al BARCINNO. Enntra, salutta Impiegatto e orrdina un "fonndo di caffè e unna Sguizzina" sottolineanndo "che non mi lassci l’amarro in bocca unna vollta gusstatta". Attennde, divorra la zuccheratissima colazionne, pagga, salutta Impiegatto e si inncamminna lenntamennte verrso la redazionne.

<<< SEGRETTO >>>

Essce dalla redazionne e va a cenarre al BARCINNO dovve innconntra Braccinno. Ecco unno strallcio della lorro connverrsazionne:
[…]
Ricco: "Oh… Che stannchezza… Da mattinna a serra in redazionne piegatto sulla scrivannia…"
Braccinno: "Hai lavorato sodo tutto il giorno, immagino. Il lunedì per te sarà sempre così: scrivere più articoli possibili. Ma ho letto il tuo primo pezzo. Mi è piaciuto parecchio! Complimenti!"
Ricco: "Grazzie grazzie. Per il TGC quessto e alltro".
[…]

Il SEGRETTO
Be’, mio fratello Ricco non la racconnta giussta. Ecco la parrte manncannte del mio RESOCONNTO con il SEGRETTO di Ricco:
<<< In redazionne si guarrda attorrno ("mollto benne, non c’è nessunno") tirra fuorri un sacco a pello, si stennde e dorrme finno alle orre 13 e 45. Si svegglia e sbadigglia. Appre lo zaino, manngia sei "lecca lecca gussto seppia", guarrda l’orologgio e dicce "benne, sarrò anncorra tutto sollo finno a serra", si stennde di nuovvo nel sacco a pello e dorrme finno alle orre 20 e 23. >>>